NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand
La Biografia di Vincent Candela

La Biografia di Vincent Candela

Vincent Philippe Antoine Candela nasce a Bédarieux, nel sud della Francia, il 24 ottobre del 1973, da Papà Jacques – classe '51 e da Mamma Josette – classe '49. Ha due sorelle più piccole: Sophie, nata nel 1971 e Marine, nata nel 1989.

All'età di 5 anni e mezzo inizia a tirare i primi calci nella squadra del Maurin, dove Papà Jacques fa l'allenatore. La carriera di Vincent comincia da Centravanti puro. All'età di 8 anni passa al Montpellier, dove rimarrà fino ai 16 anni.

Sempre nel Montpellier all'età di 10 anni Mister Pepe Hernandes vede in lui altre caratteristiche di gioco e prima lo porta a centrocampo, poi lo prova come Terzino destro.

In questo ruolo conquista il suo primo trofeo, vincendo il Campionato di Francia U17. A fine stagione, con il contratto in scadenza, decide di lasciare il Calcio.

Ma Papà Jacques non si arrende, crede nello Sport e nelle doti del suo Vincent. Inizia così a mandare Curriculum in giro per le società francesi, fino a quando arriva la chiamata dal Toulouse, il cui responsabile del settore giovanile è un certo Serge Delmas, ex allenatore del Maurin, che conosceva bene Vincent avendolo allenato da bambino.

Qui cambia la vita ed il destino di Vincent Candela: nella prima stagione Vincent gioca da titolare nella Primavera, assaporando con alcune chiamate la prima squadra. Poi nella stagione 1992/93 arriva il primo contratto da professionista, e la prima stagione nella Ligue 1.

Nel suo terzo anno al Toulouse, Vincent viene spostato da Mister Coubirs sulla fascia sinistra, dove giocherà la maggior parte della sua carriera.

Le stagioni vissute al Toulouse sono state caratterizzate anche dall'amore per il Rugby. Vincent infatti andava anche ad allenarsi con una delle squadre più forti al mondo – lo Stade Toulousain - dove costruisce amicizie vere, che ancora oggi coltiva, con alcuni tra i più forti giocatori al mondo di Rugby.

Alla scadenza del contratto arriva la chiamata da parte del Guingamp, squadra appena promossa in Ligue 1 ma con un grande progetto di crescere. Nel 1996 Candela è il primo calciatore nella storia del Guingamp ad essere convocato nella Nazionale Francese, con cui conquista un Bronzo al Campionato Europeo U21 di Spagna.

Nel Gennaio del 1997 approda all'AS Roma, grazie all'interessamento di Perinetti e Carlos Bianchi. Con i Giallorossi si trova subito bene e nella Capitale Vincent giocherà i suoi migliori anni, conquistando uno Scudetto storico nel 2001, insieme al Capitano e amico Francesco Totti e successivamente la SuperCoppa Italiana.

Sul fronte Nazionale Candela conquista nel 1998 il Campionato del Mondo, primo Trofeo per la Francia e nel 2000 sempre con la Nazionale si permette di vincere anche il Campionato Europeo, ai danni dell'Italia.

Dopo lo Scudetto arriva un calo fisiologico mentale. Le certezze sulla sua carriera si riducono, nel 2005 comincia a girovagare: prima con il Bolton, poi l'Udinese il Siena ed infine il Messina, ma gli stimoli non ci sono più.

Si ritira ufficialmente dal calcio giocato il 5 giugno del 2009, giocando all'Olimpico di Roma una gara d'addio davanti ad oltre 40.000 spettatori, in cui si affrontarono la Roma Campione d'Italia 2000-2001 e la Francia Campione del Mondo del 1998.

E siamo ai giorni nostri, con il calciatore che finisce la carriera sportiva e decide alla soglia dei quarant'anni di tornare in campo, questa volta nelle vesti di imprenditore.

Vino, Eventi, Calcio giovanile, Sociale, tanti i settori che oggi vedono coinvolto Vincent Candela, per i quali si sta rimettendo in gioco, sempre con grande professionalità, impegno e quel pizzico di Guasconeria che lo contraddistingue e lo rende un personaggio davvero frizzante ed unico.

Articoli correlati