NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Che cosa sono i cookies

Come da prassi comune della maggior parte dei siti web professionali,  questo sito utilizza i cookie, che sono piccoli file che vengono scaricati sul computer, per migliorare la vostra esperienza. Questa pagina descrive quali sono le informazioni che raccolgono, come le usiamo e perché a volte abbiamo bisogno di memorizzarli. Vi diremo anche come evitare che questi cookie vengano memorizzati sul  vostro dispositivo, tuttavia questo potrebbe ostacolare alcune funzionalità del sito.


Come utilizziamo i cookies

I cookie vengono utilizzati per una serie di motivi illustrati qui di seguito. Purtroppo nella maggior parte dei casi non ci sono opzioni standard per disabilitare i cookie senza disabilitare completamente la funzionalità e caratteristiche che aggiungono al sito. Si consiglia di lasciare tutti i cookie, se non si è sicuri se ne avete bisogno o no nel caso in cui sono utilizzati per fornire un servizio che si utilizza.

Disattivazione Cookies

È possibile impedire l'impostazione di cookie modificando le impostazioni del browser. Bisogna essere consapevoli del fatto che disattivando i cookie si influenzerà la funzionalità di questo e di molti altri siti web che si visitano e che questo comporterà anche la non corretta funzionalità delle caratteristiche del sito. Pertanto si consiglia di non disattivare i cookie.

Come utilizziamo i cookies

Se si crea un account con noi, allora useremo i cookie per la gestione del processo di registrazione e l'amministrazione generale. Questi cookies di solito sono eliminati quando si esce comunque in alcuni casi essi possono rimanere per ricordare le preferenze del sito dopo l'uscita.

I cookies vengono utilizzati quando si è connessi in modo che nel sito, per favorire la navigazione, si possa ricordare il vostro accesso. Ciò impedisce di dover accedere ogni volta che si visita una nuova pagina. Questi cookies sono tipicamente rimossi o cancellati quando si accede per garantire che si possa accedere solo alle funzioni limitate a quando si è connessi.

Questo sito offre servizi di newsletter o di abbonamento email e i cookies possono essere utilizzati  per ricordare se sei già registrato e per mostrare determinate notifiche che potrebbero essere valide solo per gli utenti abbonati / sottoscritti.

Quando si inviano i dati a attraverso una form, come quelle che si trovano sulle pagine di contatto o commento i cookies possono essere impostati per ricordare i tuoi dati utente per la futura corrispondenza.

Cookie di terze parti

In alcuni casi particolari utilizziamo i cookies anche forniti da terzi fidati.
Questo sito utilizza Google Analytics, che è una delle soluzioni più diffuse di analisi sul web perché ci aiuta a capire come si utilizza il sito e modi in cui possiamo migliorare la tua esperienza di navigazione. Questi cookie possono tenere traccia, per esempio, di quanto tempo si spende sul sito e le pagine che visitate in modo che possiamo continuare a produrre contenuti coinvolgenti.

Per maggiori informazioni sui cookie di Google Analytics, vedere la pagina ufficiale di Google Analytics.

Il servizio AdSense di Google che utilizziamo per servire la pubblicità utilizza un cookie DoubleClick per pubblicare annunci più pertinenti sul Web e limitare il numero di volte che un determinato annuncio viene mostrato a voi.

Per ulteriori informazioni su Google AdSense vedere le FAQ ufficiali di Google AdSense .


Usiamo anche i pulsanti di social media e / o plugin su questo sito che consentono di collegare con il vostro social network in vari modi. Per questi funzionino i seguenti siti di social media, tra cui; Facebook, Twitter, imposterà i cookie attraverso il nostro sito, che possono essere utilizzati per migliorare il profilo sul loro sito o contribuire ai dati in loro possesso per diversi scopi indicati nelle rispettive politiche sulla privacy.



Maggiori informazioni

Si spera che siamo riusciti a chiarire la politica dei cookies adottata per il nostro sito. Se dovesse esserci  qualcosa di cui non siete sicuri è più sicuro di lasciare i cookies abilitati. Tuttavia, se siete alla ricerca di maggiori informazioni, allora potete contattarci attraverso uno dei nostri metodi di contatto preferiti.

Tag: vino

Le Cellier Vincent Candela

Pour un Français qui a vécu en Italie, le vin doit jouer un rôle de premier plan.
Naître et grandir sur les petites collines du sud de la France, et puis aller vivre dans un joint entre Rome et les Castelli Romani, est en lui-même une sorte d'empreinte oenologique: Vincent Candela le vin le sait apprécier, et sait cultiver le goût, de faire d'abord un passe-temps, une véritable entreprise, grâce à l'extraordinaire qualité des produits de ses terres, le Français et l'Italien.
Deux styles, deux bouquets differents et encore savamment mélangé et offert à une clientèle internationale très exigeante dans différents continents. De vignes qui fournissent la célèbre 360° et le Grains de Sagesse des Alpes, les variétés les plus exquis romains ou  toutefois le centre de l’Italie, les produits de nos vignerons sont très appréciés par les connaisseurs et les sommeliers. Et le récent succès dans l'exportation témoignent de la qualité des produits, à toutes les latitudes.
Un jeune et dynamique entreprise vinicol, où la famille Candela joue un rôle de premier plan, sans se référer à une tierce partie des choix  stratégiques et ceux de la vie quotidienne: Vincent et Mara sont en effet constamment en "salle de contrôle", vérifiant personnellement toutes les étapes pour le produit final.
Pourquoi choisir de “faire du vin” est une chose sérieuse, comme tout bon Italien - et Français - il sait...
Scritto da Houaria 2014. 20. Maggio Tr32tadue 2165 Hits

Ma Cellier

Pour un Français qui a vécu en Italie, le vin doit jouer un rôle de premier plan.
Naître et grandir sur les petites collines du sud de la France, et puis aller vivre dans un joint entre Rome et les Castelli Romani, est en lui-même une sorte d'empreinte oenologique: Vincent Candela le vin le sait apprécier, et sait cultiver le goût, de faire d'abord un passe-temps, une véritable entreprise, grâce à l'extraordinaire qualité des produits de ses terres, le Français et l'Italien.
Deux styles, deux bouquets differents et encore savamment mélangé et offert à une clientèle internationale très exigeante dans différents continents. De vignes qui fournissent la célèbre 360° et le Grains de Sagesse des Alpes, les variétés les plus exquis romains ou  toutefois le centre de l’Italie, les produits de nos vignerons sont très appréciés par les connaisseurs et les sommeliers. Et le récent succès dans l'exportation témoignent de la qualité des produits, à toutes les latitudes.
Un jeune et dynamique entreprise vinicol, où la famille Candela joue un rôle de premier plan, sans se référer à une tierce partie des choix  stratégiques et ceux de la vie quotidienne: Vincent et Mara sont en effet constamment en "salle de contrôle", vérifiant personnellement toutes les étapes pour le produit final.
Pourquoi choisir de “faire du vin” est une chose sérieuse, comme tout bon Italien - et Français - il sait...
Scritto da Houaria 2014. 20. Maggio Slideshow (fr) 8385 Hits

Le Cantine di Vincent Candela

Per un francese che da anni vive in Italia, il vino "deve" giocoforza rivestire un ruolo di primo piano.

Nascere e crescere sui dolci clivi della Francia meridionale, e poi trasferirsi in una tenuta tra Roma ed i Castelli Romani, costituisce di per sé una sorta di "imprinting" enologico: Vincent Candela il vino lo conosce, lo apprezza, lo sa coltivare e degustare, fino a farne dapprima un hobby, poi una vera e propria azienda, grazie alla straordinaria qualità dei prodotti della sue tenute, quella francese e quella italiana.

Due stili, due bouquet molto diversi tra loro eppure sapientemente miscelati ed offerti ad una esigentissima clientela internazionale, nei vari continenti. Dai vitigni che forniscono i rinomati 360 e Grains de Sagesse d'oltralpe, alle varietà più squisitamente romane o comunque del Centro Italia, i prodotti delle nostre cantine sono molto apprezzati da sommeliers e cultori. E i recenti successi nell'export testimoniano della bontà dei prodotti, ad ogni latitudine.

Un'azienda enologica giovane e dinamica, in cui la famiglia Candela gioca un ruolo da protagonista attiva, senza demandare a terzi le scelte strategiche e quelle del quotidiano: Vincent e Mara sono infatti costantemente in "cabina di regìa", controllando personalmente tutte le fasi fino al prodotto finale.
Perché scegliere di "fare vino" è una cosa seria, come ogni buon italiano - e francese - sa benissimo...

www.cantinevincentcandela.it
Scritto da Nicola Cilento 2014. 19. Maggio SlideShow 7367 Hits

Benvenuti

Vincent Philippe Antoine Candela nasce a Bédarieux, nel sud della Francia, il 24 ottobre del 1973, da Papà Jacques – classe '51 e da Mamma Josette – classe '49. Ha due sorelle più piccole: Sophie, nata nel 1971 e Marine, nata nel 1989.

All'età di 5 anni e mezzo inizia a tirare i primi calci nella squadra del Maurin, dove Papà Jacques fa l'allenatore. La carriera di Vincent comincia da Centravanti puro. All'età di 8 anni passa al Montpellier, dove rimarrà fino ai 16 anni.

Sempre nel Montpellier all'età di 10 anni Mister Pepe Hernandes vede in lui altre caratteristiche di gioco e prima lo porta a centrocampo, poi lo prova come Terzino destro.

In questo ruolo conquista il suo primo trofeo, vincendo il Campionato di Francia U17. A fine stagione, con il contratto in scadenza, decide di lasciare il Calcio.

Ma Papà Jacques non si arrende, crede nello Sport e nelle doti del suo Vincent. Inizia così a mandare Curriculum in giro per le società francesi, fino a quando arriva la chiamata dal Toulouse, il cui responsabile del settore giovanile è un certo Serge Delmas, ex allenatore del Maurin, che conosceva bene Vincent avendolo allenato da bambino.

Qui cambia la vita ed il destino di Vincent Candela: nella prima stagione Vincent gioca da titolare nella Primavera, assaporando con alcune chiamate la prima squadra. Poi nella stagione 1992/93 arriva il primo contratto da professionista, e la prima stagione nella Ligue 1.

Nel suo terzo anno al Toulouse, Vincent viene spostato da Mister Coubirs sulla fascia sinistra, dove giocherà la maggior parte della sua carriera.

Le stagioni vissute al Toulouse sono state caratterizzate anche dall'amore per il Rugby. Vincent infatti andava anche ad allenarsi con una delle squadre più forti al mondo – lo Stade Toulousain - dove costruisce amicizie vere, che ancora oggi coltiva, con alcuni tra i più forti giocatori al mondo di Rugby.

Alla scadenza del contratto arriva la chiamata da parte del Guingamp, squadra appena promossa in Ligue 1 ma con un grande progetto di crescere. Nel 1996 Candela è il primo calciatore nella storia del Guingamp ad essere convocato nella Nazionale Francese, con cui conquista un Bronzo al Campionato Europeo U21 di Spagna.

Nel Gennaio del 1997 approda all'AS Roma, grazie all'interessamento di Perinetti e Carlos Bianchi. Con i Giallorossi si trova subito bene e nella Capitale Vincent giocherà i suoi migliori anni, conquistando uno Scudetto storico nel 2001, insieme al Capitano e amico Francesco Totti e successivamente la SuperCoppa Italiana.

Sul fronte Nazionale Candela conquista nel 1998 il Campionato del Mondo, primo Trofeo per la Francia e nel 2000 sempre con la Nazionale si permette di vincere anche il Campionato Europeo, ai danni dell'Italia.

Dopo lo Scudetto arriva un calo fisiologico mentale. Le certezze sulla sua carriera si riducono, nel 2005 comincia a girovagare: prima con il Bolton, poi l'Udinese il Siena ed infine il Messina, ma gli stimoli non ci sono più.

Si ritira ufficialmente dal calcio giocato il 5 giugno del 2009, giocando all'Olimpico di Roma una gara d'addio davanti ad oltre 40.000 spettatori, in cui si affrontarono la Roma Campione d'Italia 2000-2001 e la Francia Campione del Mondo del 1998.

E siamo ai giorni nostri, con il calciatore che finisce la carriera sportiva e decide alla soglia dei quarant'anni di tornare in campo, questa volta nelle vesti di imprenditore.

Vino, Eventi, Calcio giovanile, Sociale, tanti i settori che oggi vedono coinvolto Vincent Candela, per i quali si sta rimettendo in gioco, sempre con grande professionalità, impegno e quel pizzico di Guasconeria che lo contraddistingue e lo rende un personaggio davvero frizzante ed unico.

Scritto da Nicola Cilento 2014. 19. Maggio SlideShow 9520 Hits

CONSUMATORI VINO - Gli Usa in Pole Position

Vino - Consumo Americani
L'organizzazione mondiale del vino e della vite ha reso noto il bilancio 2013, in cui si evidenzia un calo generalizzato dell'uno per cento dei consumi mondiali in termini di quantità (dovuto principalmente al calo francese del 7%), fortemente bilanciato però dall'incremento statunitense (+0,5 per cento) che ha raggiunto i 29,1 milioni di ettolitri.

Buona la performance italiana, giunta a 21,8 milioni di ettolitri.
Scritto da Nicola Cilento 2014. 18. Maggio Vino 8007 Hits

SIMPOSIO VINI - A Firenze cala il sipario

Vino - Symposium Firenze


Sono stati quattro giorni intensissimi, quelli 'Masters of Wine' che si è svolto per la prima volta in Italia, a Firenze: 450 persone - tra cui ben 120 Masters Of Wine - giunte da ogni parte del mondo e in rappresentanza della variegata comunità enoica, fatta appunto di vitigni e vini diversi e di diverse filosofie produttive.

Un successo per l'organizzazione, sapientemente guidata da Sarah Jane Evans, che ha dato appuntamento al prossimo evento, quello del 2018.
Scritto da Nicola Cilento 2014. 18. Maggio Vino 7920 Hits

La Cantina di Vincent Candela

Per un francese che da anni vive in Italia, il vino "deve" giocoforza rivestire un ruolo di primo piano.

Nascere e crescere sui dolci clivi della Francia meridionale, e poi trasferirsi in una tenuta tra Roma ed i Castelli Romani, costituisce di per sé una sorta di "imprinting" enologico: Vincent Candela il vino lo conosce, lo apprezza, lo sa coltivare e degustare, fino a farne dapprima un hobby, poi una vera e propria azienda, grazie alla straordinaria qualità dei prodotti della sue tenute, quella francese e quella italiana.

Due stili, due bouquet molto diversi tra loro eppure sapientemente miscelati ed offerti ad una esigentissima clientela internazionale, nei vari continenti. Dai vitigni che forniscono i rinomati 360 e Grains de Sagesse d'oltralpe, alle varietà più squisitamente romane o comunque del Centro Italia, i prodotti delle nostre cantine sono molto apprezzati da sommeliers e cultori. E i recenti successi nell'export testimoniano della bontà dei prodotti, ad ogni latitudine.

Un'azienda enologica giovane e dinamica, in cui la famiglia Candela gioca un ruolo da protagonista attiva, senza demandare a terzi le scelte strategiche e quelle del quotidiano: Vincent e Mara sono infatti costantemente in "cabina di regìa", controllando personalmente tutte le fasi fino al prodotto finale.
Perché scegliere di "fare vino" è una cosa seria, come ogni buon italiano - e francese - sa benissimo...

www.cantinevincentcandela.it
Scritto da Nicola Cilento 2014. 12. Marzo Tr32tadue 3378 Hits

La Biografia di Vincent Candela

Vincent Philippe Antoine Candela nasce a Bédarieux, nel sud della Francia, il 24 ottobre del 1973, da Papà Jacques – classe '51 e da Mamma Josette – classe '49. Ha due sorelle più piccole: Sophie, nata nel 1971 e Marine, nata nel 1989.

All'età di 5 anni e mezzo inizia a tirare i primi calci nella squadra del Maurin, dove Papà Jacques fa l'allenatore. La carriera di Vincent comincia da Centravanti puro. All'età di 8 anni passa al Montpellier, dove rimarrà fino ai 16 anni.

Sempre nel Montpellier all'età di 10 anni Mister Pepe Hernandes vede in lui altre caratteristiche di gioco e prima lo porta a centrocampo, poi lo prova come Terzino destro.

In questo ruolo conquista il suo primo trofeo, vincendo il Campionato di Francia U17. A fine stagione, con il contratto in scadenza, decide di lasciare il Calcio.

Ma Papà Jacques non si arrende, crede nello Sport e nelle doti del suo Vincent. Inizia così a mandare Curriculum in giro per le società francesi, fino a quando arriva la chiamata dal Toulouse, il cui responsabile del settore giovanile è un certo Serge Delmas, ex allenatore del Maurin, che conosceva bene Vincent avendolo allenato da bambino.

Qui cambia la vita ed il destino di Vincent Candela: nella prima stagione Vincent gioca da titolare nella Primavera, assaporando con alcune chiamate la prima squadra. Poi nella stagione 1992/93 arriva il primo contratto da professionista, e la prima stagione nella Ligue 1.

Nel suo terzo anno al Toulouse, Vincent viene spostato da Mister Coubirs sulla fascia sinistra, dove giocherà la maggior parte della sua carriera.

Le stagioni vissute al Toulouse sono state caratterizzate anche dall'amore per il Rugby. Vincent infatti andava anche ad allenarsi con una delle squadre più forti al mondo – lo Stade Toulousain - dove costruisce amicizie vere, che ancora oggi coltiva, con alcuni tra i più forti giocatori al mondo di Rugby.

Alla scadenza del contratto arriva la chiamata da parte del Guingamp, squadra appena promossa in Ligue 1 ma con un grande progetto di crescere. Nel 1996 Candela è il primo calciatore nella storia del Guingamp ad essere convocato nella Nazionale Francese, con cui conquista un Bronzo al Campionato Europeo U21 di Spagna.

Nel Gennaio del 1997 approda all'AS Roma, grazie all'interessamento di Perinetti e Carlos Bianchi. Con i Giallorossi si trova subito bene e nella Capitale Vincent giocherà i suoi migliori anni, conquistando uno Scudetto storico nel 2001, insieme al Capitano e amico Francesco Totti e successivamente la SuperCoppa Italiana.

Sul fronte Nazionale Candela conquista nel 1998 il Campionato del Mondo, primo Trofeo per la Francia e nel 2000 sempre con la Nazionale si permette di vincere anche il Campionato Europeo, ai danni dell'Italia.

Dopo lo Scudetto arriva un calo fisiologico mentale. Le certezze sulla sua carriera si riducono, nel 2005 comincia a girovagare: prima con il Bolton, poi l'Udinese il Siena ed infine il Messina, ma gli stimoli non ci sono più.

Si ritira ufficialmente dal calcio giocato il 5 giugno del 2009, giocando all'Olimpico di Roma una gara d'addio davanti ad oltre 40.000 spettatori, in cui si affrontarono la Roma Campione d'Italia 2000-2001 e la Francia Campione del Mondo del 1998.

E siamo ai giorni nostri, con il calciatore che finisce la carriera sportiva e decide alla soglia dei quarant'anni di tornare in campo, questa volta nelle vesti di imprenditore.

Vino, Eventi, Calcio giovanile, Sociale, tanti i settori che oggi vedono coinvolto Vincent Candela, per i quali si sta rimettendo in gioco, sempre con grande professionalità, impegno e quel pizzico di Guasconeria che lo contraddistingue e lo rende un personaggio davvero frizzante ed unico.

Scritto da Nicola Cilento 2014. 1. Marzo Vincent 5086 Hits

La Fotogallery di Vincent Candela

In questa sezione trovate la mia Fotogallery, sempre in aggiornamento... Un modo semplice per condividere con voi i momenti più importanti della mia vita.
A voi il compito di completare questo spazio, interattivo come vuole esserlo ogni spazio del portale.
Se avete qualche foto fatta con me... cosa aspettate, mandatemi una mail con la descrizione della foto e la pubblicherò - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vi aspetto in tanti. Un saluto... Vincent
 

Vincent
Vita Privata 05
AS Roma
As Roma Vincent Candela
Nazionale
Francia
Cantina
vino France 98 Candela e Zidane
Tenuta dell'Angelica
set1 2
Roma Legends
Roma Legends
Eventi
Notte di Campioni Candela Vergassola
 
2014. 1. Marzo Media 2741 Hits

Trentadue

La straordinaria ed invidiata carriera di un calciatore di successo ha precisi e ridottissimi limiti temporali: il decennio che va dai 30 ai 40 anni, che solitamente segna i primi successi significativi nella vita di una persona "normale", per un atleta rappresenta invece spesso il cosiddetto canto del cigno.

Anche uno straordinario Campione come Vincent Candela non si è sottratto a questa legge dello sport, ed a 36 anni – appesi i fatidici scarpini al chiodo – ha cominciato a pianificare il futuro, suo e della sua famiglia.

La scelta del marchio e del logo non poteva essere diversa: 32 è infatti il numero di maglia che ne ha quasi sempre contraddistinto i successi calcistici, e "Trentadue" è quindi il biglietto da visita delle sue vittorie in veste di imprenditore.

Un businessman dai molteplici interessi e dalle tante attività, a cominciare da quella di organizzatore di eventi e cerimonie nella splendida cornice della Tenuta dell'Angelica, passando per la produzione e la commercializzazione di  Vini (rigorosamente italiani e francesi, e non poteva essere altrimenti), l'immancabile Accademia Roma Calcio dove muovono i primi passi i campioncini in erba, fino alle iniziative nel campo della solidarietà sociale, cui da sempre Vincent si dedica con generosità e attenzione.

Il tutto insieme ad uno staff giovane e dinamico di addetti ai lavori, esperti della comunicazione e manager aziendali - Perché "Trentadue" è un numero importante: un numero "VINCENTE"!
Scritto da Guglielmo Vallesi 2014. 1. Marzo Tr32tadue 3381 Hits