NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Che cosa sono i cookies

Come da prassi comune della maggior parte dei siti web professionali,  questo sito utilizza i cookie, che sono piccoli file che vengono scaricati sul computer, per migliorare la vostra esperienza. Questa pagina descrive quali sono le informazioni che raccolgono, come le usiamo e perché a volte abbiamo bisogno di memorizzarli. Vi diremo anche come evitare che questi cookie vengano memorizzati sul  vostro dispositivo, tuttavia questo potrebbe ostacolare alcune funzionalità del sito.


Come utilizziamo i cookies

I cookie vengono utilizzati per una serie di motivi illustrati qui di seguito. Purtroppo nella maggior parte dei casi non ci sono opzioni standard per disabilitare i cookie senza disabilitare completamente la funzionalità e caratteristiche che aggiungono al sito. Si consiglia di lasciare tutti i cookie, se non si è sicuri se ne avete bisogno o no nel caso in cui sono utilizzati per fornire un servizio che si utilizza.

Disattivazione Cookies

È possibile impedire l'impostazione di cookie modificando le impostazioni del browser. Bisogna essere consapevoli del fatto che disattivando i cookie si influenzerà la funzionalità di questo e di molti altri siti web che si visitano e che questo comporterà anche la non corretta funzionalità delle caratteristiche del sito. Pertanto si consiglia di non disattivare i cookie.

Come utilizziamo i cookies

Se si crea un account con noi, allora useremo i cookie per la gestione del processo di registrazione e l'amministrazione generale. Questi cookies di solito sono eliminati quando si esce comunque in alcuni casi essi possono rimanere per ricordare le preferenze del sito dopo l'uscita.

I cookies vengono utilizzati quando si è connessi in modo che nel sito, per favorire la navigazione, si possa ricordare il vostro accesso. Ciò impedisce di dover accedere ogni volta che si visita una nuova pagina. Questi cookies sono tipicamente rimossi o cancellati quando si accede per garantire che si possa accedere solo alle funzioni limitate a quando si è connessi.

Questo sito offre servizi di newsletter o di abbonamento email e i cookies possono essere utilizzati  per ricordare se sei già registrato e per mostrare determinate notifiche che potrebbero essere valide solo per gli utenti abbonati / sottoscritti.

Quando si inviano i dati a attraverso una form, come quelle che si trovano sulle pagine di contatto o commento i cookies possono essere impostati per ricordare i tuoi dati utente per la futura corrispondenza.

Cookie di terze parti

In alcuni casi particolari utilizziamo i cookies anche forniti da terzi fidati.
Questo sito utilizza Google Analytics, che è una delle soluzioni più diffuse di analisi sul web perché ci aiuta a capire come si utilizza il sito e modi in cui possiamo migliorare la tua esperienza di navigazione. Questi cookie possono tenere traccia, per esempio, di quanto tempo si spende sul sito e le pagine che visitate in modo che possiamo continuare a produrre contenuti coinvolgenti.

Per maggiori informazioni sui cookie di Google Analytics, vedere la pagina ufficiale di Google Analytics.

Il servizio AdSense di Google che utilizziamo per servire la pubblicità utilizza un cookie DoubleClick per pubblicare annunci più pertinenti sul Web e limitare il numero di volte che un determinato annuncio viene mostrato a voi.

Per ulteriori informazioni su Google AdSense vedere le FAQ ufficiali di Google AdSense .


Usiamo anche i pulsanti di social media e / o plugin su questo sito che consentono di collegare con il vostro social network in vari modi. Per questi funzionino i seguenti siti di social media, tra cui; Facebook, Twitter, imposterà i cookie attraverso il nostro sito, che possono essere utilizzati per migliorare il profilo sul loro sito o contribuire ai dati in loro possesso per diversi scopi indicati nelle rispettive politiche sulla privacy.



Maggiori informazioni

Si spera che siamo riusciti a chiarire la politica dei cookies adottata per il nostro sito. Se dovesse esserci  qualcosa di cui non siete sicuri è più sicuro di lasciare i cookies abilitati. Tuttavia, se siete alla ricerca di maggiori informazioni, allora potete contattarci attraverso uno dei nostri metodi di contatto preferiti.

Tag: tenuta dell'angelica

Tenuta dell'Angelica

Entouré de vignes et de vergers, la Tenuta dell’Angelica est situèe sur une colline au pied des “Chateaux Romains”. En arrivant on est immédiatement frappé par un ancien portail en pierre, qui donne sur l'ouverture d'une avenue bordée  latéralement par deux rangées de cyprès. Le point de vue de Rome est l'un de ces évocateurs, qui  brisent le vent, surtout au coucher du soleil, lorsque les lumières du ciel se fondent dans la première lumière de la Ville Eternelle.
Equipé d'une piscine à multi-niveaux , la vue peut être apprécié  de la caresse de la brise du vent d’ouest. Est idéal pour tout type d'événement, du mariage, les cérémonies en général. Convient également pour incitation et dîners d'entreprise, anniversaires, cocktails et plus...
Venez visiter le site officiel pour mieux apprécier le potentiel de ce lieu magique...

www.tenutadellangelica.net

Scritto da Houaria 2014. 20. Maggio Tr32tadue 2142 Hits

Biographie

Philippe Antoine Vincent Candela est né à Bédarieux, sud de la France, le 24 Octobre 1973, du père Jacques - Classe '51 et de mère Josette - classe 49. Il a deux sœurs plus jeunes: Sophie  est nèe en 1971 et Marine est nèe en 1989.
À l'âge de 5 ans et demi commence à tirer le premier coup de pied dans l'équipe de Maurin, où le père Jacques est l'entraîneur. La carrière de Vincent commence à un attaquant pur.  À l'âge de 8 passe à Montpellier, où il est resté jusqu'à l'âge de 16 ans.
Aussi à Montpellier à l’âge de 10 ans Monsieur Pepe Hernandes voit en lui d'autres caractéristiques du jeu et avant  le ramène au milieu du terrain puis le test comme arrière droite.
Dans ce rôle, il a remporté son premier trophée en remportant le Championnat U17 français. A la fin de la saison, avec le contrat expirant, il a décidé de quitter le football.
Mais le père Jacques n'a pas abandonné, croit en Sports et qualités de Vincent. Alors il a commencé à envoyer des programmes d’ètudes autour des entreprises françaises, jusqu'à ce que l'appel vient de Toulouse, où la charge de la jeunesse est un Serge Delmas, ancien entraîneur de Maurin, qui connaissait Vincent ayant reçu une formation d’enfant.
Qui change la vie et le sort de Vincent Candela. Vincent a joué dans la première saison comme partant avec l’équipe de jeunes, en savourant quelques appels avec la première équipe. Ensuite, à la saison 1992/93, arrive le premier contrat professionnel, et la première saison dans la Ligue 1.
Dans sa troisième année à Toulouse, Vincent est proposé par M. Coubirs sur l'aile gauche, où il jouera la majorité de sa carrière.
Les saisons ont été rencontrées à Toulouse caractérise aussi par amour pour le Rugby. En fait, Vincent s’est aussi entraîné avec une des équipes les plus fortes dans le monde - Stade Toulousain - où il a construit des amitiés vraies, qui cultive encore, avec quelques-uns des joueurs  les plus forts du monde de Rugby.
A l’èchèance du contrat arrive un appel du Guingamp, l’equipe appène promu à la Ligue 1, avec une grande pousse du projet. En 1996, Candela a été le premier joueur de l'histoire de Guingamp qui sera convoquée dans les Nationale françaises, qui remporte une médaille de bronze au Championnat d'Europe U21 en Espagne.
En Janvier 1997, arrive à l'AS Roma, grâce aux efforts de Carlos Bianchi et Giorgio Perinetti. Avec les Giallorossi se trouve subitement bien et dans la Capitale Vincent jouera ses meilleures années, remportant le championnat historique en 2001, avec son ami et le capitaine Francesco Totti et par la suite la Supère Coupe d'Italie.
Sur la conquête nationale Candela remporte la Coupe du Monde 1998, le premier trophée pour la France en 2000 et toujours avec l'équipe nationale est autorisé à gagner le Championnat d'Europe contre l'Italie.
Après le championnat arrive un déclin mental et physiologique. Les certitudes de sa carrière sont réduites, en 2005 commence à flaner, d'abord avec Bolton, puis Udinese,  Siena et enfin Messine, mais les impulsions ne se trouvent pas.
Il prend officiellement sa retraite du football le 5 Juin 2009, jouant à l'Olimpico de Rome une compètition d’adieu devant plus de 40.000 spectateurs, qui faisait face à la championne de Rome en Italie et la France de 2000 à 2001 Champion du Monde 1998.
Et nous en sommes aujourd'hui, avec le joueur qui termine sa carrière sportive à l'âge de quarantant et décide de retourner sur le terrain, cette fois dans le rôle  d’entrepreneur.
Vin, événements, football de la jeunesse, la Charité, qui croient maintenant que de nombreux secteurs impliqués Vincent Candela, pour laquelle se remet en jeu, toujours avec un grand professionnalisme, l'engagement et une touche de “Gasconerie” qui le distingue et en fait un personnage très pétillant et unique.


Scritto da Houaria 2014. 20. Maggio Vincent 1730 Hits

Bienvenue

Philippe Antoine Vincent Candela est né à Bédarieux, sud de la France, le 24 Octobre 1973, du père Jacques - Classe '51 et de mère Josette - classe 49. Il a deux sœurs plus jeunes: Sophie  est nèe en 1971 et Marine est nèe en 1989.
À l'âge de 5 ans et demi commence à tirer le premier coup de pied dans l'équipe de Maurin, où le père Jacques est l'entraîneur. La carrière de Vincent commence à un attaquant pur.  À l'âge de 8 passe à Montpellier, où il est resté jusqu'à l'âge de 16 ans.
Aussi à Montpellier à l’âge de 10 ans Monsieur Pepe Hernandes voit en lui d'autres caractéristiques du jeu et avant  le ramène au milieu du terrain puis le test comme arrière droite.
Dans ce rôle, il a remporté son premier trophée en remportant le Championnat U17 français. A la fin de la saison, avec le contrat expirant, il a décidé de quitter le football.
Mais le père Jacques n'a pas abandonné, croit en Sports et qualités de Vincent. Alors il a commencé à envoyer des programmes d’ètudes autour des entreprises françaises, jusqu'à ce que l'appel vient de Toulouse, où la charge de la jeunesse est un Serge Delmas, ancien entraîneur de Maurin, qui connaissait Vincent ayant reçu une formation d’enfant.
Qui change la vie et le sort de Vincent Candela. Vincent a joué dans la première saison comme partant avec l’équipe de jeunes, en savourant quelques appels avec la première équipe. Ensuite, à la saison 1992/93, arrive le premier contrat professionnel, et la première saison dans la Ligue 1.
Dans sa troisième année à Toulouse, Vincent est proposé par M. Coubirs sur l'aile gauche, où il jouera la majorité de sa carrière.
Les saisons ont été rencontrées à Toulouse caractérise aussi par amour pour le Rugby. En fait, Vincent s’est aussi entraîné avec une des équipes les plus fortes dans le monde - Stade Toulousain - où il a construit des amitiés vraies, qui cultive encore, avec quelques-uns des joueurs  les plus forts du monde de Rugby.
A l’èchèance du contrat arrive un appel du Guingamp, l’equipe appène promu à la Ligue 1, avec une grande pousse du projet. En 1996, Candela a été le premier joueur de l'histoire de Guingamp qui sera convoquée dans les Nationale françaises, qui remporte une médaille de bronze au Championnat d'Europe U21 en Espagne.
En Janvier 1997, arrive à l'AS Roma, grâce aux efforts de Carlos Bianchi et Giorgio Perinetti. Avec les Giallorossi se trouve subitement bien et dans la Capitale Vincent jouera ses meilleures années, remportant le championnat historique en 2001, avec son ami et le capitaine Francesco Totti et par la suite la Supère Coupe d'Italie.
Sur la conquête nationale Candela remporte la Coupe du Monde 1998, le premier trophée pour la France en 2000 et toujours avec l'équipe nationale est autorisé à gagner le Championnat d'Europe contre l'Italie.
Après le championnat arrive un déclin mental et physiologique. Les certitudes de sa carrière sont réduites, en 2005 commence à flaner, d'abord avec Bolton, puis Udinese,  Siena et enfin Messine, mais les impulsions ne se trouvent pas.
Il prend officiellement sa retraite du football le 5 Juin 2009, jouant à l'Olimpico de Rome une compètition d’adieu devant plus de 40.000 spectateurs, qui faisait face à la championne de Rome en Italie et la France de 2000 à 2001 Champion du Monde 1998.
Et nous en sommes aujourd'hui, avec le joueur qui termine sa carrière sportive à l'âge de quarantant et décide de retourner sur le terrain, cette fois dans le rôle  d’entrepreneur.
Vin, événements, football de la jeunesse, la Charité, qui croient maintenant que de nombreux secteurs impliqués Vincent Candela, pour laquelle se remet en jeu, toujours avec un grand professionnalisme, l'engagement et une touche de “Gasconerie” qui le distingue et en fait un personnage très pétillant et unique.


Scritto da Houaria 2014. 20. Maggio Slideshow (fr) 9572 Hits

Galerie de photos

Dans cette section, vous trouverez ma galerie, toujours à jour... Un moyen simple de partager avec vous les moments les plus importants de ma vie.
C'est votre travail pour complèter cet espace, il veut être aussi interactif que chaque éspace du portail.
Si vous avez des photos faites avec moi... qu'attendez-vous, envoyez-moi un e-mail avec une déscription de la photo et de la publier.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Je vous attends en tant. Salutations ... Vincent

 

Vincent
Vita Privata 05
AS Roma
As Roma Vincent Candela
National
Francia
Cellier
vino France 98 Candela e Zidane
Tenuta dell'Angelica
set1 2
Roma Legends
Roma Legends
Evénements
Notte di Campioni Candela Vergassola
 
2014. 20. Maggio Media 7314 Hits

Entreprise

La carrière  extraordinaire  et enviable en tant que footballeur succès a des délais précis et très courts: la décennie allant de 30 à 40 ans, qui marque habituellement les premiers succès significatifs dans la vie d'une personne "normale”, pour un athlète est souvent la place dite “chant du cygne”.
Même comme un champion extraordinaire Vincent Candela n'a pas échappé à cette loi du sport, et à 36 ans - les bottes fatidiques accrochées à un clou - a commencé à planifier pour l'avenir de lui-même et sa famille.
Le choix de la marque et du logo ne pouvait pas être différente: en effet, 32 est le nombre de mailles qui a presque toujours été marquée par des succès football, et "Trentadue” est donc la carte de visite de ses victoires en tant qu'entrepreneur.
Un homme d'affaires avec beaucoup d'intérêts et tant d'activités, à commencer par l'organisateur d'événements et de cérémonies dans les magnifiques environs de la “Tenuta dell’Angelica”, à travers la production et la commercialisation des vins (strictement italiens et français, et ne pouvait pas en être autrement), l'inevitable Accademia Roma Calcio, où les jeunes font leurs premiers pas dans les échantillons d'herbe, jusqu'à les initiatives dans le domaine de la solidarité sociale, qui est dédiée à Vincent toujours avec générosité et d'attention.
Tout cela avec une équipe jeune et dynamique de professionnels, experts des communications et des chefs d'entreprise - Pourquoi "Trentadue” est un nombre important de: un nombre de vainquer!
Scritto da Houaria 2014. 20. Maggio Tr32tadue 1624 Hits

EVENTI - La Stagione dell'Amore

Eventi - Tenuta dell'Angelica

Primavera, finalmente!
E - come sempre - anche quest'anno i mesi di maggio e giugno sembrano quelli più propizi per coronare il proprio sogno d'amore e vivere in maniera indimenticabile il giorno più importante della nostra vita.

Infatti, meteorologicamente parlando, questi due mesi garantiscono condizioni climatiche migliori. Giugno, qui da noi alla Tenuta dell'Angelica, è generalmente molto richiesto, anche perché è il mese di Giunone, che secondo la tradizione è simbolo di unioni durature e felici.

Ma non ci fermiamo qui: infatti si lavora moltissimo anche d'estate, e Luglio è in genere un buon mese per sposarsi, in quanto è caratterizzato da poche piogge e un caldo sopportabile, al contrario di agosto, che spesso si presenta afoso e con fenomeni a carattere temporalesco. Per chi ama il caldo comunque l'estate è una buona scelta, magari optando per il rinfresco nelle ore serali, approfittando delle ore di luce prolungate e dell'attenuarsi del caldo diurno.

Anche a Settembre, però, non mancano i motivi per scegliere di unirsi in matrimonio: clima mite, temperature fresche e una natura che cambia colore e può rappresentare un suggestivo scenario. Chi opta per l'autunno solitamente preferisce orientarsi proprio tra settembre e la metà di ottobre.
Scritto da Guglielmo Vallesi 2014. 19. Maggio Tenuta dell'Angelica 10649 Hits

Benvenuti

Vincent Philippe Antoine Candela nasce a Bédarieux, nel sud della Francia, il 24 ottobre del 1973, da Papà Jacques – classe '51 e da Mamma Josette – classe '49. Ha due sorelle più piccole: Sophie, nata nel 1971 e Marine, nata nel 1989.

All'età di 5 anni e mezzo inizia a tirare i primi calci nella squadra del Maurin, dove Papà Jacques fa l'allenatore. La carriera di Vincent comincia da Centravanti puro. All'età di 8 anni passa al Montpellier, dove rimarrà fino ai 16 anni.

Sempre nel Montpellier all'età di 10 anni Mister Pepe Hernandes vede in lui altre caratteristiche di gioco e prima lo porta a centrocampo, poi lo prova come Terzino destro.

In questo ruolo conquista il suo primo trofeo, vincendo il Campionato di Francia U17. A fine stagione, con il contratto in scadenza, decide di lasciare il Calcio.

Ma Papà Jacques non si arrende, crede nello Sport e nelle doti del suo Vincent. Inizia così a mandare Curriculum in giro per le società francesi, fino a quando arriva la chiamata dal Toulouse, il cui responsabile del settore giovanile è un certo Serge Delmas, ex allenatore del Maurin, che conosceva bene Vincent avendolo allenato da bambino.

Qui cambia la vita ed il destino di Vincent Candela: nella prima stagione Vincent gioca da titolare nella Primavera, assaporando con alcune chiamate la prima squadra. Poi nella stagione 1992/93 arriva il primo contratto da professionista, e la prima stagione nella Ligue 1.

Nel suo terzo anno al Toulouse, Vincent viene spostato da Mister Coubirs sulla fascia sinistra, dove giocherà la maggior parte della sua carriera.

Le stagioni vissute al Toulouse sono state caratterizzate anche dall'amore per il Rugby. Vincent infatti andava anche ad allenarsi con una delle squadre più forti al mondo – lo Stade Toulousain - dove costruisce amicizie vere, che ancora oggi coltiva, con alcuni tra i più forti giocatori al mondo di Rugby.

Alla scadenza del contratto arriva la chiamata da parte del Guingamp, squadra appena promossa in Ligue 1 ma con un grande progetto di crescere. Nel 1996 Candela è il primo calciatore nella storia del Guingamp ad essere convocato nella Nazionale Francese, con cui conquista un Bronzo al Campionato Europeo U21 di Spagna.

Nel Gennaio del 1997 approda all'AS Roma, grazie all'interessamento di Perinetti e Carlos Bianchi. Con i Giallorossi si trova subito bene e nella Capitale Vincent giocherà i suoi migliori anni, conquistando uno Scudetto storico nel 2001, insieme al Capitano e amico Francesco Totti e successivamente la SuperCoppa Italiana.

Sul fronte Nazionale Candela conquista nel 1998 il Campionato del Mondo, primo Trofeo per la Francia e nel 2000 sempre con la Nazionale si permette di vincere anche il Campionato Europeo, ai danni dell'Italia.

Dopo lo Scudetto arriva un calo fisiologico mentale. Le certezze sulla sua carriera si riducono, nel 2005 comincia a girovagare: prima con il Bolton, poi l'Udinese il Siena ed infine il Messina, ma gli stimoli non ci sono più.

Si ritira ufficialmente dal calcio giocato il 5 giugno del 2009, giocando all'Olimpico di Roma una gara d'addio davanti ad oltre 40.000 spettatori, in cui si affrontarono la Roma Campione d'Italia 2000-2001 e la Francia Campione del Mondo del 1998.

E siamo ai giorni nostri, con il calciatore che finisce la carriera sportiva e decide alla soglia dei quarant'anni di tornare in campo, questa volta nelle vesti di imprenditore.

Vino, Eventi, Calcio giovanile, Sociale, tanti i settori che oggi vedono coinvolto Vincent Candela, per i quali si sta rimettendo in gioco, sempre con grande professionalità, impegno e quel pizzico di Guasconeria che lo contraddistingue e lo rende un personaggio davvero frizzante ed unico.

Scritto da Nicola Cilento 2014. 19. Maggio SlideShow 9520 Hits

Photogallery

In this section you will find my Photogallery, always updated ... A simple way to share with you the most important moments in my life.
You have the task to complete this space, as interactive as all the rest of this website.
If you have some pics taken with me... what are you waiting for?
Send me an email message with the description of the picture and we'll publish it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I will be waiting for you. Greetings ... Vincent

Vincent
Vita Privata 05
AS Roma
As Roma Vincent Candela
National Team
Francia
Wine cellar
vino France 98 Candela e Zidane
Tenuta dell'Angelica
set1 2
Roma Legends
Roma Legends
Events
Notte di Campioni Candela Vergassola
 
2014. 10. Aprile Media 6050 Hits

Tenuta dell'Angelica

Surrounded by vineyards and orchards, the Tenuta dell'Angelica is situated on a hill near the Castelli Romani. As soon as you arrive, you may get immediately struck by its ancient stone portal that, opening up, overlooks an avenue laterally bordered laterally by two rows of cypress trees. The view of Rome is an evocative one from up here, literally breathtaking, especially at sunset when the sky lights blend in with the glimmering lights of the Eternal City.

Equipped with a multi-level pool, the landscape can be enjoyed while caressed by the breeze of the “Ponentino”, the typical roman western wind. It's the ideal location for every type of event, from wedding ceremonies to anything else. It is also suitable for incentives and corporate dinners, birthdays, cocktails and much more....

Come and visit the official website to appreciate better the potential of this truly magical place....
www.tenutadellangelica.net

Scritto da Guglielmo Vallesi 2014. 9. Aprile Tr32tadue 1321 Hits

La Biografia di Vincent Candela

Vincent Philippe Antoine Candela nasce a Bédarieux, nel sud della Francia, il 24 ottobre del 1973, da Papà Jacques – classe '51 e da Mamma Josette – classe '49. Ha due sorelle più piccole: Sophie, nata nel 1971 e Marine, nata nel 1989.

All'età di 5 anni e mezzo inizia a tirare i primi calci nella squadra del Maurin, dove Papà Jacques fa l'allenatore. La carriera di Vincent comincia da Centravanti puro. All'età di 8 anni passa al Montpellier, dove rimarrà fino ai 16 anni.

Sempre nel Montpellier all'età di 10 anni Mister Pepe Hernandes vede in lui altre caratteristiche di gioco e prima lo porta a centrocampo, poi lo prova come Terzino destro.

In questo ruolo conquista il suo primo trofeo, vincendo il Campionato di Francia U17. A fine stagione, con il contratto in scadenza, decide di lasciare il Calcio.

Ma Papà Jacques non si arrende, crede nello Sport e nelle doti del suo Vincent. Inizia così a mandare Curriculum in giro per le società francesi, fino a quando arriva la chiamata dal Toulouse, il cui responsabile del settore giovanile è un certo Serge Delmas, ex allenatore del Maurin, che conosceva bene Vincent avendolo allenato da bambino.

Qui cambia la vita ed il destino di Vincent Candela: nella prima stagione Vincent gioca da titolare nella Primavera, assaporando con alcune chiamate la prima squadra. Poi nella stagione 1992/93 arriva il primo contratto da professionista, e la prima stagione nella Ligue 1.

Nel suo terzo anno al Toulouse, Vincent viene spostato da Mister Coubirs sulla fascia sinistra, dove giocherà la maggior parte della sua carriera.

Le stagioni vissute al Toulouse sono state caratterizzate anche dall'amore per il Rugby. Vincent infatti andava anche ad allenarsi con una delle squadre più forti al mondo – lo Stade Toulousain - dove costruisce amicizie vere, che ancora oggi coltiva, con alcuni tra i più forti giocatori al mondo di Rugby.

Alla scadenza del contratto arriva la chiamata da parte del Guingamp, squadra appena promossa in Ligue 1 ma con un grande progetto di crescere. Nel 1996 Candela è il primo calciatore nella storia del Guingamp ad essere convocato nella Nazionale Francese, con cui conquista un Bronzo al Campionato Europeo U21 di Spagna.

Nel Gennaio del 1997 approda all'AS Roma, grazie all'interessamento di Perinetti e Carlos Bianchi. Con i Giallorossi si trova subito bene e nella Capitale Vincent giocherà i suoi migliori anni, conquistando uno Scudetto storico nel 2001, insieme al Capitano e amico Francesco Totti e successivamente la SuperCoppa Italiana.

Sul fronte Nazionale Candela conquista nel 1998 il Campionato del Mondo, primo Trofeo per la Francia e nel 2000 sempre con la Nazionale si permette di vincere anche il Campionato Europeo, ai danni dell'Italia.

Dopo lo Scudetto arriva un calo fisiologico mentale. Le certezze sulla sua carriera si riducono, nel 2005 comincia a girovagare: prima con il Bolton, poi l'Udinese il Siena ed infine il Messina, ma gli stimoli non ci sono più.

Si ritira ufficialmente dal calcio giocato il 5 giugno del 2009, giocando all'Olimpico di Roma una gara d'addio davanti ad oltre 40.000 spettatori, in cui si affrontarono la Roma Campione d'Italia 2000-2001 e la Francia Campione del Mondo del 1998.

E siamo ai giorni nostri, con il calciatore che finisce la carriera sportiva e decide alla soglia dei quarant'anni di tornare in campo, questa volta nelle vesti di imprenditore.

Vino, Eventi, Calcio giovanile, Sociale, tanti i settori che oggi vedono coinvolto Vincent Candela, per i quali si sta rimettendo in gioco, sempre con grande professionalità, impegno e quel pizzico di Guasconeria che lo contraddistingue e lo rende un personaggio davvero frizzante ed unico.

Scritto da Nicola Cilento 2014. 1. Marzo Vincent 5086 Hits